BOOK NOW

La Parmigiana alla maniera di Rita

Questo è un piatto che comincio a preparare già dal giorno precedente. Segui bene la mia versione di questo classico e otterrai sicuramente un risultato di altissima qualità!

Ingredienti (per 4 persone)
2 o 3 melanzane tonde
Farina per frittura
Olio di semi d’arachidi
1 grande mozzarella di bufala freschissima
200 grammi di parmigiano appena grattugiato
Per il sugo:
1 chilo di pomodori ben maturi di ottima qualità
2 spicchi d’aglio precedentemente pelati
1 piccolo peperoncino fresco
1 cucchiaino di zucchero
1 bella manciata di basilico fresco in foglie
100 grammi di Olio d’Oliva di ottima qualità
Sale
Utensili
1 padella per friggere
1 casseruola
4 piccole teglie individuali o una grande teglia
1 spatola o cucchiaio di legno
1 peso
Carta assorbente

Come procedo

Per prima cosa prendo una casseruola e vi dispongo i pomodori interi, lo zucchero, il sale, gli spicchi d’aglio e lascio cuocere tutto a fuoco basso senza coprire. Appena la salsa di pomodoro si è ridotta (dopo circa mezz’ora) aggiungo l’olio d’oliva, il peperoncino intero, il basilico. Una volta pronta, la metto da parte a riposare.
Poi lavo le melanzane, tolgo i piccioli e le affetto stando attenta ad ottenere delle fette di spessore molto regolare, di circa mezzo centimetro. Se avete l’affettatrice è un gioco da ragazzi.
Prendo le melanzane affettate e le passo nella farina.
Nel frattempo metto sul fuoco la padella per friggere, aggiungo l’olio d’arachidi e mantengo il fuoco medio. Dovete mettere abbastanza olio tale che possa coprire completamente le fette quando le metterete nella padella. Friggo quattro fette per volta. Quando un lato risulta dorato, giro la fetta e continuo la cottura ( circa 2/3 minuti per lato).
Una volta fritte, appoggio le melanzane su almeno tre strati di carta assorbente da cucina seguendo questa proporzione: 3 strati di carta, 1 strato di melanzane, 3 strati di carta e così via.
Adesso prendo un peso, sì un peso (!), o qualunque cosa abbiate che possa funzionare da mettere sopra gli ultimi tre strati di carta della “torretta di strati” fatta in precedenza.
Metto tutto l’involucro con il peso in frigorifero e lascio “drenare” per 24 ore.
Il giorno sucessivo: tolgo dal frigo il mio “pacchetto”, butto la carta e la sostituisco con della nuova, senza però utilizzare ancora il peso. Lascio le melanzane nella carta per circa mezz’ora.
Ora accendo il forno e per preriscaldare a 180°
Prendo una teglia (io preferisco piccole teglie individuali, perché mi piace servire il piatto già in porzioni).
Senza ungere la teglia, vi depongo sul fondo un primo strato di melanzane e poi vi metto sopra della salsa di pomodoro, stendendola bene con una spatola o un cucchiaio. Poi vi aggiungo una spolverata di parmigiano e posiziono un altro strato di melanzane, poi il sugo, il parmigiano e così di seguito per 3 o 4 volte.
Per l’ultimo strato: dopo aver steso le melanzane, rivesto con fette di mozzarella di bufala, poi sopra adagio altre melanzane e per finire spargo il parmigiano restante.
Metto la teglia in forno e lascio cuocere per 30 minuti a 180 gradi.
Appena il formaggio risulta fuso e un poco dorato, prendo la teglia e servo immediatamente.

Buon Appetito!

La Parmigiana di Rita è ottima accompagnata da una bottiglia di buon vino rosso: qui a Tuscan Experience la serviamo con un buon Rosso di Montalcino delle cantine ‘Gianni Brunelli’. Laura, moglie di Gianni e proprietaria delle cantine, ci ha fatto scoprire l’annata 2013 che è semplicemente… meravigliosa!

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.